Perché il servizio postale degli Stati Uniti perde denaro?

Il servizio postale degli Stati Uniti ha perso denaro in sei dei 10 anni dal 2001 al 2010, secondo i suoi rapporti finanziari. Entro la fine del decennio, le perdite dell’agenzia governativa semi-indipendente avevano raggiunto il record di $ 8.5 miliardi, costringendo il servizio postale a considerare di cercare un aumento del suo tetto di debito di $ 15 miliardi o affrontare l’insolvenza.

Sebbene il servizio postale stia sanguinando denaro, non riceve dollari dalle tasse per le spese operative e fa affidamento sulla vendita di affrancatura, prodotti e servizi per finanziare le sue operazioni.

Vedi anche: Lavori postali a pagamento più alto

L’agenzia ha attribuito le perdite alla recessione iniziata nel dicembre 2007 e al calo significativo del volume della posta a seguito dei cambiamenti nel modo in cui gli americani comunicano nell’era di Internet.

Il servizio postale stava prendendo in considerazione una serie di misure di riduzione dei costi tra cui la chiusura di ben 3,700 strutture, l’eliminazione delle spese dispendiose per i viaggi, la fine della posta del sabato e il taglio della consegna a soli tre giorni alla settimana.

Quando sono iniziate le perdite del servizio postale

Il servizio postale ha portato avanzi di miliardi di dollari per molti anni prima che Internet diventasse ampiamente disponibile per gli americani.

Sebbene il servizio postale abbia perso denaro nella prima parte del decennio, nel 2001 e nel 2003, le perdite più significative si sono verificate dopo l’approvazione di una legge del 2006 che richiedeva all’agenzia di rimborsare le prestazioni sanitarie ai pensionati.

Ai sensi del Postal Accountability and Enhancement Act del 2006, l’USPS è tenuta a pagare da $ 5.4 miliardi a $ 5.8 miliardi all’anno, fino al 2016, per pagare i benefici per la salute dei futuri pensionati.

Vedi anche: Trova lavori nel servizio postale senza essere truffato

“Dobbiamo pagare oggi per benefici che non verranno corrisposti fino a una data futura”, ha affermato il servizio postale. “Altre agenzie federali e la maggior parte delle società del settore privato utilizzano un sistema ‘pay-as-you-go’, con il quale l’entità paga i premi così come vengono fatturati … Il requisito di finanziamento, allo stato attuale, contribuisce in modo significativo alle perdite postali. ”

I servizi postali cercano cambiamenti

Il servizio postale ha affermato di aver effettuato “significative riduzioni dei costi nelle aree sotto il suo controllo” entro il 2011, ma ha affermato di aver bisogno che il Congresso approvasse diverse altre misure per aumentare le sue prospettive finanziarie.

Tali misure includono l’eliminazione dei pagamenti anticipati delle prestazioni sanitarie dei pensionati obbligatori; costringendo il governo federale a restituire al servizio postale il sistema pensionistico del servizio civile e il sistema pensionistico federale dei dipendenti e consentendo al servizio postale di determinare la frequenza di consegna della posta.

Utile / Perdita netto servizio postale per anno

  • 2019 – $ 8.8 miliardi di perdita
  • 2018 – $ 3.9 miliardi di perdita
  • 2017 – $ 2.7 miliardi di perdita
  • 2016 – $ 5.6 miliardi di perdita
  • 2015 – $ 5.1 miliardi di perdita
  • 2014 – $ 5.5 miliardi di perdita
  • 2013 – $ 5 miliardi di perdita
  • 2012 – Perdita di $ 15.9 miliardi
  • 2011 – Perdita di $ 5.1 miliardi
  • 2010 – Perdita di $ 8.5 miliardi
  • 2009 – Perdita di $ 3.8 miliardi
  • 2008 – Perdita di $ 2.8 miliardi
  • 2007 – Perdita di $ 5.1 miliardi
  • 2006 – $ 900 milioni di surplus
  • 2005 – Surplus di $ 1.4 miliardi
  • 2004 – Surplus di $ 3.1 miliardi
  • 2003 – Surplus di $ 3.9 miliardi
  • 2002 – $ 676 milioni di perdite
  • 2001 – Perdita di $ 1.7 miliardi

La pandemia COVID-19 minaccia la sopravvivenza del servizio postale

Nell’aprile 2020, i legislatori hanno avvertito che le perdite legate alla nuova pandemia influenzale del coronavirus COVID-19 potrebbero minacciare l’esistenza stessa del servizio postale.

“Il servizio postale ha bisogno di aiuto urgente come conseguenza diretta della crisi del coronavirus”, ha affermato il comitato della Camera per la supervisione e la riforma. “Sulla base di una serie di briefing e avvertimenti di questa settimana su un calo critico della posta in tutto il paese, è diventato chiaro che il servizio postale non sopravviverà all’estate senza l’aiuto immediato del Congresso e della Casa Bianca. Ogni comunità in America si affida al servizio postale per fornire beni e servizi vitali, compresi i farmaci salvavita “.

Già gravato da un patrimonio netto negativo di $ 65 miliardi e da ulteriori $ 140 miliardi di passività non finanziate, l’USPS inizialmente prevedeva di esaurire la liquidità entro il 2021 senza l’aiuto del Congresso. Tuttavia, con un minor numero di persone e imprese a causa dell’epidemia di COVID-19, il servizio postale quasi governativo, che fa affidamento sulle tariffe degli utenti anziché sulle tasse, potrebbe essere costretto a chiudere i battenti già a giugno 2020, hanno avvertito i legislatori. Nonostante i terribili avvertimenti, tuttavia, l’USPS non ha ricevuto finanziamenti aggiuntivi per lo stimolo da $ 2 trilioni di coronavirus e la legislazione sul pacchetto di aiuti firmata dal presidente Trump il 27 marzo 2020.

“Il servizio postale ha bisogno dell’aiuto dell’America e dobbiamo rispondere a questa chiamata”, hanno detto i leader del Comitato per la supervisione e la riforma. “Questi effetti negativi potrebbero essere ancora più gravi nelle aree rurali, dove milioni di americani si stanno riparando sul posto e si affidano al servizio postale per fornire i prodotti essenziali”, hanno avvertito i legislatori.