I 10 animali urbani più comuni

Solo perché chiamiamo qualcosa “fauna selvatica” non significa necessariamente che viva allo stato brado. Mentre è indubbiamente vero che i paesi e le città sono separati dalla natura, puoi ancora trovare tutti i tipi di animali negli ambienti urbani, dai ratti e topi agli scarafaggi e alle cimici, alle puzzole e persino alle volpi rosse. Scopri i 10 animali urbani più comuni negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale. 

01 di 10

Ratti e topi

Warwick Sloss / Nature Picture Library / Getty Images

Da quando i primi mammiferi si sono evoluti 200 milioni di anni fa, le specie più piccole non hanno avuto problemi a imparare a coesistere con specie più grandi – e se minuscoli toporagni da un’oncia sono riusciti a vivere insieme a dinosauri da 20 tonnellate, a quale minaccia pensi di rappresentare il topo o il ratto medio? Il motivo per cui così tante città sono infestate da topi e ratti è che questi roditori sono estremamente opportunisti. Tutto ciò di cui hanno bisogno per sopravvivere è un po ‘di cibo, un po’ di calore e una piccola quantità di riparo per prosperare e riprodursi (cosa che fanno in gran numero). La cosa più pericolosa dei ratti, rispetto ai topi, è che possono essere vettori di malattie, anche se si discute se fossero effettivamente responsabili della peste nera, che ha decimato le aree urbane del mondo nel XIV e XV secolo.

02 di 10

piccioni

Luis Emilio Villegas Amador/EyeEm/Getty Images

Spesso definiti “topi con le ali”, i piccioni vivono a centinaia di migliaia in metropoli lontane come Mumbai, Venezia e New York. Questi uccelli discendono da colombe selvatiche, il che aiuta a spiegare la loro predilezione per la nidificazione in edifici abbandonati, condizionatori d’aria per finestre e grondaie delle case. Secoli di adattamento agli habitat urbani li hanno resi eccellenti spazzini di cibo. In effetti, l’unico modo migliore per ridurre la popolazione di piccioni nelle città è proteggere gli sprechi alimentari in modo sicuro. La prossima cosa migliore è scoraggiare le vecchiette dal dare da mangiare ai piccioni nel parco! Nonostante la loro reputazione, i piccioni non sono più “sporchi” o pieni di germi di qualsiasi altro uccello. Ad esempio, non sono portatori di influenza aviaria e il loro sistema immunitario altamente funzionante li mantiene relativamente liberi dalle malattie.

03 di 10

scarafaggi

Joshua Tinkle / EyeEm / Getty Images

C’è un mito urbano diffuso secondo cui, se mai ci sarà una guerra nucleare globale, gli scarafaggi sopravviveranno ed erediteranno la terra. Non è del tutto vero. Uno scarafaggio è altrettanto suscettibile di essere evaporato in un’esplosione di bomba H come un essere umano rannicchiato, ma il fatto è che gli scarafaggi possono prosperare in molte situazioni che renderebbero estinti altri animali. Alcune specie possono vivere per un mese senza cibo o un’ora senza aria, e uno scarafaggio particolarmente resistente può sopravvivere con la colla sul retro di un francobollo. La prossima volta che sarai tentato di schiacciare quello scarafaggio nel tuo lavandino, tieni presente che questi insetti sono persistiti, praticamente invariati, negli ultimi 300 milioni di anni, sin dal periodo Carbonifero – e meritano un po ‘di meritato rispetto!

04 di 10

procioni

Brandy Arivett / EyeEm / Getty Images

Di tutti gli animali urbani in questa lista, i procioni potrebbero essere i più meritevoli della loro cattiva reputazione. Questi mammiferi sono noti portatori di rabbia e la loro abitudine di razziare bidoni della spazzatura, accovacciarsi nelle soffitte delle case occupate e occasionalmente uccidere cani e gatti all’aperto non li rende esattamente simpatici nemmeno agli umani di buon cuore. Parte di ciò che rende i procioni così ben adattati agli habitat urbani è il loro senso del tatto altamente sviluppato. I procioni motivati ​​possono aprire serrature complesse dopo alcuni tentativi. Quando è coinvolto il cibo, imparano rapidamente a superare qualsiasi ostacolo sul loro cammino. I procioni non sono ottimi animali domestici. Per quanto intelligenti, non sono disposti a imparare i comandi e buona fortuna a far convivere pacificamente il tuo procione appena adottato con il tuo grasso soriano.

05 di 10

scoiattoli

susannp4/Pixabay

Come topi e ratti (vedi diapositiva n. 2), gli scoiattoli sono tecnicamente classificati come roditori. A differenza di topi e ratti, tuttavia, gli scoiattoli urbani sono generalmente considerati carini. Mangiano piante e noci, piuttosto che avanzi di cibo umano, e quindi non sono mai stati trovati a infestare gli armadietti della cucina o sfrecciare sul pavimento del soggiorno. Un fatto poco noto sugli scoiattoli è che questi animali non sono emigrati da soli, in cerca di cibo, nelle città degli Stati Uniti. Sono stati deliberatamente importati in vari centri urbani nel XIX secolo nel tentativo di ri-familiarizzare gli abitanti delle città con la natura. Ad esempio, il motivo per cui ci sono così tanti scoiattoli nel Central Park di New York è che una piccola popolazione è stata piantata lì nel 19. Questo è esploso in centinaia di migliaia di individui che da allora si sono diffusi in tutti e cinque i distretti.

06 di 10

Conigli

GregMontani / Pixabay

I conigli sono da qualche parte tra topi e scoiattoli sulla scala del disturbo urbano. Sul lato positivo, sono innegabilmente carini. C’è un motivo per cui così tanti libri per bambini contengono adorabili coniglietti dalle orecchie cadenti. Al rovescio della medaglia, hanno una predilezione per le cose gustose che crescono nei cantieri. Questo include non solo le carote, ma anche altre verdure e fiori. La maggior parte dei conigli selvatici che vivono nelle aree urbane degli Stati Uniti sono silvilago, che non sono così carini come i conigli domestici e sono spesso predati da cani e gatti che si muovono liberamente. Se mai trovi un nido di conigli con piccoli apparentemente abbandonati, pensaci due volte prima di portarli dentro. È possibile che la madre sia assente solo temporaneamente, forse a cercare cibo. Inoltre, i conigli selvatici possono essere portatori della malattia infettiva tularemia, nota anche come “febbre del coniglio”.

07 di 10

Cimici

Piotr Naskrecki/Wikimedia Commons/Public Domain

Gli esseri umani hanno convissuto con gli insetti dall’inizio della civiltà, ma nessun singolo insetto (nemmeno i pidocchi o le zanzare) ha sollevato più peli umani della comune cimice dei letti. Sempre più diffuse nelle città degli Stati Uniti da costa a costa, le cimici vivono in materassi, lenzuola, coperte e cuscini. Si nutrono di sangue umano, mordendo le loro vittime di notte. Per quanto profondamente spiacevoli, tuttavia, le cimici non sono vettori di malattie (a differenza delle zecche o delle zanzare) e le loro punture non infliggono molti danni fisici. Anche così, non bisogna mai sottovalutare lo stress psicologico che può essere inflitto da un’infestazione da cimici. Stranamente, le cimici dei letti sono diventate molto più comuni nelle aree urbane dagli anni ‘1990, il che potrebbe essere la conseguenza involontaria di una legislazione ben intenzionata contro i pesticidi.

08 di 10

Volpi rosse

monicore / Pixabay

Le volpi rosse possono essere trovate in tutto l’emisfero settentrionale, ma sono più comuni in Inghilterra, il che, forse, è il modo in cui la natura punisce il popolo britannico per secoli di caccia alla volpe. A differenza di alcuni degli altri animali in questo elenco, è improbabile che tu possa trovare una volpe rossa nel profondo centro della città. Questi carnivori non amano particolarmente gli edifici massicci e ravvicinati o il traffico intenso e rumoroso. Le volpi si trovano più probabilmente nei sobborghi, dove, come i procioni, raccolgono i bidoni della spazzatura e occasionalmente fanno irruzione nei pollai. Probabilmente ci sono più di 10,000 volpi rosse nella sola Londra. Sono più attivi all’alba e al tramonto e sono spesso nutriti e “adottati” da residenti ben intenzionati. Sebbene le volpi rosse non siano state completamente addomesticate, non rappresentano un grande pericolo per gli esseri umani e talvolta si lasciano persino accarezzare.

09 di 10

Gabbiani

MabelAmber / Pixabay

Insieme alle volpi rosse, i gabbiani urbani sono principalmente un fenomeno inglese. Negli ultimi decenni, i gabbiani sono migrati inesorabilmente dalle coste verso l’interno inglese, dove si sono stabiliti in cima a case ed edifici per uffici e hanno imparato a pulire dai bidoni della spazzatura aperti. Secondo alcune stime, infatti, ora potrebbe esserci un numero uguale di “gabbiani urbani” e “gabbiani rurali” nel Regno Unito, con i primi in aumento nella popolazione e i secondi in diminuzione nella popolazione. Di regola, alle due comunità di gabbiani non piace mescolarsi. Per molti aspetti, i gabbiani di Londra sono come i procioni di New York e di altre città degli Stati Uniti: intelligenti, opportunisti, veloci da imparare e potenzialmente aggressivi con chiunque si metta sulla loro strada.

10 di 10

skunks

James Hager / Getty Images

Sai perché così tanti bambini delle scuole elementari sono affascinati dalle puzzole? Perché così tanti bambini delle scuole elementari hanno effettivamente visto moffette – non in uno zoo, ma vicino ai loro parchi giochi o persino nei loro cortili. Anche se le puzzole non sono ancora penetrate nelle aree urbane profonde, immagina se a Central Park le puzzole fossero tante quanto i piccioni! – si incontrano comunemente ai margini della civiltà, soprattutto nelle periferie. Potresti immaginare che questo sia un grosso problema, ma le puzzole raramente spruzzano gli umani, e solo se l’umano agisce in modo sciocco. Ciò include il tentativo di scacciare la puzzola, per esempio, o peggio, tentare di accarezzarla o raccoglierla. La buona notizia è che le puzzole mangiano animali urbani meno desiderabili come topi, talpe e larve. La cattiva notizia è che possono essere portatori di rabbia e quindi trasmettere questa malattia agli animali domestici all’aperto.