Il processo di impeachment nel governo degli Stati Uniti

Il processo di impeachment nel governo degli Stati Uniti fu suggerito per la prima volta da Benjamin Franklin durante la Convenzione costituzionale del 1787. Notando che il meccanismo tradizionale per rimuovere i capi esecutivi “odiosi” – come i re – dal potere era stato l’assassinio, Franklin suggerì con disinvoltura il processo di impeachment come un metodo razionale e preferibile.

Secondo la Costituzione degli Stati Uniti, il presidente degli Stati Uniti, il vicepresidente e “e tutti i funzionari civili degli Stati Uniti” possono essere messi sotto accusa e rimossi dall’incarico se condannati per “tradimento, corruzione o altri crimini e reati gravi”. La Costituzione stabilisce anche il processo di impeachment.

L’impeachment presidenziale potrebbe essere l’ultima cosa che avresti mai pensato potesse accadere in America. Infatti, dal 1841, oltre un terzo di tutti i presidenti americani sono morti in carica, sono diventati disabili o si sono dimessi. Tuttavia, nessun presidente americano è mai stato costretto a lasciare l’incarico a causa dell’impeachment.

Prendendo il voto sull’impeachment del presidente Johnson.

Immagini storiche / Getty

Tre presidenti degli Stati Uniti sono stati messi sotto accusa dalla Camera – ma non condannati e rimossi dal Senato – e altri due sono stati oggetto di serie discussioni di impeachment:

  • Andrew Johnson è stato effettivamente messo sotto accusa quando il Congresso è diventato insoddisfatto del modo in cui stava affrontando alcune questioni post-Guerra Civile, ma Johnson è stato assolto al Senato per un voto ed è rimasto in carica.
  • Il Congresso ha presentato una risoluzione per mettere sotto accusa John Tyler sulle questioni relative ai diritti degli Stati, ma la risoluzione non è riuscita.
  • Il Congresso ha discusso l’impeachment del presidente Richard Nixon per l’irruzione al Watergate, ma si è dimesso prima che iniziasse qualsiasi procedimento di impeachment.
  • William J. Clinton è stato messo sotto accusa dalla Camera con l’accusa di falsa testimonianza e ostruzione alla giustizia in relazione alla sua relazione con la stagista della Casa Bianca Monica Lewinsky. Clinton è stato infine assolto dal Senato.
  • Donald Trump è stato messo sotto accusa dalla Camera con l’accusa di abuso di potere e ostruzione al Congresso relativi alla sollecitazione di interferenze straniere dall’Ucraina nelle elezioni presidenziali del 2020. È stato nuovamente messo sotto accusa nel gennaio 2021, una settimana prima di lasciare l’incarico, per istigazione all’insurrezione.

Il processo di impeachment si svolge al Congresso e richiede voti critici sia alla Camera dei rappresentanti che al Senato. Si dice spesso che “la Camera impeachment e il Senato condannati” o no. In sostanza, la Camera decide prima se ci sono motivi per mettere sotto accusa il presidente e, in caso affermativo, il Senato organizza un processo formale di impeachment.

Riunione del comitato giudiziario della Camera nel 1974 per discutere la possibile impeachment di Nixon.

Bettmann / Getty Images

Alla Camera dei rappresentanti

  • La commissione giudiziaria della Camera decide se procedere o meno con l’impeachment. Se lo fanno …
  • Il presidente della commissione giudiziaria proporrà una risoluzione che chiede alla commissione giudiziaria di avviare un’indagine formale sulla questione dell’impeachment.
  • Sulla base della loro indagine, la commissione giudiziaria invierà un’altra risoluzione composta da uno o più “articoli di impeachment” alla Camera piena affermando che l’impeachment è giustificato e perché o che l’impeachment non è richiesto.
  • Il Full House (probabilmente operante in base a regole speciali fissate dalla commissione per le regole della casa) discuterà e voterà su ciascun articolo di impeachment.
  • Se uno qualsiasi degli articoli di impeachment dovesse essere approvato con una votazione a maggioranza semplice, il presidente sarà “messo sotto accusa”. Tuttavia, essere incriminati è un po ‘come essere incriminati per un crimine. Il presidente rimarrà in carica in attesa dell’esito del processo di impeachment del Senato.

Bill e Hillary Clinton all’inizio del processo per l’impeachment di Clinton.

David Hume Kennerly / Getty Images

Al Senato

  • Gli articoli di impeachment vengono ricevuti dalla Camera.
  • Il Senato formula regole e procedure per lo svolgimento di un processo.
  • Il processo si terrà con il presidente rappresentato dai suoi avvocati. Un gruppo selezionato di membri della Camera funge da “procuratore”. Il Presidente della Corte Suprema (attualmente John G. Roberts) presiede con tutti i 100 senatori che agiscono come giuria.
  • Il Senato si riunisce in seduta privata per discutere un verdetto.
  • Il Senato, in seduta pubblica, vota un verdetto. Un voto di maggioranza dei 2/3 del Senato si tradurrà in una condanna.
  • Il Senato voterà per rimuovere il presidente dall’incarico.
  • Il Senato può anche votare (a maggioranza semplice) per vietare al presidente di ricoprire qualsiasi carica pubblica in futuro.

Una volta che i funzionari sotto accusa sono stati condannati al Senato, la loro rimozione dall’incarico è automatica e non può essere impugnata. Nel caso del 1993 Nixon contro gli Stati Uniti, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che la magistratura federale non può riesaminare i procedimenti di impeachment.

A livello statale, le legislature statali possono mettere sotto accusa i funzionari statali, compresi i governatori, in conformità con le rispettive costituzioni statali.

Reati impeabili

L’Articolo II, Sezione 4 della Costituzione dice: “Il Presidente, il Vice Presidente e tutti i Funzionari civili degli Stati Uniti, saranno rimossi dall’Ufficio per Impeachment e Condanna per Tradimento, Corruzione o altri crimini e misfatti”.

Ad oggi, due giudici federali sono stati messi sotto accusa e rimossi dall’incarico sulla base di accuse di corruzione. Nessun funzionario federale ha mai affrontato l’impeachment sulla base di accuse di tradimento. Tutti gli altri procedimenti di impeachment contro funzionari federali, inclusi tre presidenti, sono stati basati sull’accusa di “crimini elevati e misfatti”.

Secondo gli avvocati costituzionali, “crimini gravi e misfatti” sono (1) una vera criminalità: infrangere una legge; (2) abusi di potere; (3) “violazione della fiducia pubblica” come definito da Alexander Hamilton nei Federalist Papers. Nel 1970, l’allora rappresentante Gerald R. Ford definì i reati impeachable “qualunque cosa la maggioranza della Camera dei Rappresentanti consideri che sia in un dato momento della storia”.

Storicamente, il Congresso ha pubblicato articoli di impeachment per atti in tre categorie generali:

  • Superamento dei limiti costituzionali dei poteri dell’ufficio.
  • Comportamento gravemente incompatibile con la funzione e lo scopo propri dell’incarico.
  • Impiegare il potere dell’ufficio per uno scopo improprio o per guadagno personale.

Il processo di impeachment è di natura politica, piuttosto che criminale. Il Congresso non ha il potere di imporre sanzioni penali ai funzionari sotto accusa. Ma i tribunali penali possono provare a punire i funzionari se hanno commesso crimini.

Il primo impeachment di Donald Trump

Il 18 dicembre 2019, la Camera dei Rappresentanti controllata dai Democratici ha votato per lo più seguendo le linee del partito per mettere sotto accusa il 45 ° presidente degli Stati Uniti Donald Trump con l’accusa di abuso del suo potere concesso dalla costituzione e ostacolo al Congresso.

Donald Trump tiene il suo discorso di accettazione dopo aver perso il voto popolare per 2.9 milioni di voti.

Mark Wilson / Getty Images

I due articoli di impeachment – Abuse of Power e Obstruction of Congress – erano basati su una conversazione telefonica tra il presidente Trump e il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy. Durante la chiamata del 25 luglio 2019, il presidente Trump avrebbe rilasciato il rilascio di 400 milioni di dollari in aiuti militari statunitensi all’Ucraina precedentemente trattenuti in base all’accordo di Zelenskiy per annunciare pubblicamente che il suo governo stava indagando sul rivale politico di Trump e candidato alla presidenza democratica del 2020 Joe Biden e suo figlio Hunter riguardo ai loro rapporti d’affari con Burisma, un’importante compagnia di gas ucraina. L’aiuto militare, necessario all’Ucraina nel suo conflitto in corso con la Russia, è stato rilasciato dalla Casa Bianca l’11 settembre 2019.

Gli articoli di impeachment hanno accusato Trump di aver abusato dei suoi poteri presidenziali cercando l’assistenza politica e l’interferenza di un governo straniero nel processo elettorale degli Stati Uniti, e di ostacolare un’indagine del Congresso rifiutandosi di consentire ai funzionari dell’amministrazione di ottemperare alle citazioni in giudizio che chiedevano la loro testimonianza nell’inchiesta sull’impeachment della Camera. .

Con la presidenza del presidente della Corte Suprema John G. Roberts, il processo di impeachment del Senato è iniziato il 21 gennaio 2020. Con i responsabili dell’impeachment della Camera che hanno presentato il caso per la condanna e gli avvocati della Casa Bianca che hanno presentato la difesa, dal 22 al 25 gennaio si sono svolti gli argomenti di apertura e chiusura. Presidente Gli avvocati di Trump hanno affermato che i suoi atti nei confronti dell’Ucraina non rappresentavano “crimini e reati gravi” e quindi non sono riusciti a soddisfare la soglia costituzionale per la condanna e la rimozione dall’incarico.

Durante l’ultima settimana di gennaio, i responsabili dell’impeachment della Camera e i principali democratici del Senato hanno sostenuto che i testimoni materiali, in particolare l’ex consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton, dovrebbero essere citati in giudizio per testimoniare al processo. Tuttavia, la maggioranza repubblicana del Senato ha respinto una mozione per chiamare testimoni in un voto 49-51 il 31 gennaio.

Il 5 febbraio 2020, il processo di impeachment si è concluso con il voto del Senato per l’assoluzione del presidente Trump da entrambe le accuse contro di lui. Con l’accusa di abuso di potere, la mozione di assoluzione è passata 52-48, con il senatore Mitt Romney dello Utah che è stato l’unico repubblicano a votare per la condanna. Con l’accusa di ostruzione al Congresso, la mozione di assoluzione è passata con un voto di partito in linea retta di 53-47. “È, quindi, ordinato e deciso che il detto Donald John Trump sia, e con la presente viene assolto dalle accuse in detti articoli”, ha dichiarato il presidente della Corte Suprema Roberts dopo la seconda votazione.