Informazioni sulla Federal Aviation Administration (FAA)

Creata ai sensi del Federal Aviation Act del 1958, la Federal Aviation Administration (FAA) funge da agenzia di regolamentazione sotto il Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti con la missione principale di garantire la sicurezza dell’aviazione civile.

“Aviazione civile” comprende tutte le attività di aviazione non militare, privata e commerciale, comprese le attività aerospaziali. La FAA lavora anche a stretto contatto con le forze armate statunitensi per garantire il funzionamento sicuro degli aerei militari nello spazio aereo pubblico in tutta la nazione.

Sotto la supervisione della FAA, il sistema di spazio aereo nazionale americano serve attualmente più di 2.7 milioni di passeggeri che viaggiano su oltre 44,000 voli al giorno.

Le responsabilità primarie della FAA includono:

  • Regolamentazione dell’aviazione civile per promuovere la sicurezza negli Stati Uniti e all’estero. La FAA scambia informazioni con le autorità aeronautiche straniere; certifica le officine di riparazione dell’aviazione straniera, gli equipaggi di volo e i meccanici; fornisce assistenza tecnica e formazione; negozia accordi bilaterali di aeronavigabilità con altri paesi; e partecipa a convegni internazionali.
  • Incoraggiare e sviluppare l’aeronautica civile, compresa la nuova tecnologia aeronautica.
  • Sviluppo e gestione di un sistema di controllo del traffico aereo e navigazione per velivoli civili e militari.
  • Ricerca e sviluppo del Sistema nazionale dello spazio aereo e dell’aeronautica civile.
  • Sviluppare e realizzare programmi per controllare il rumore degli aerei e altri effetti ambientali dell’aviazione civile,
  • Regolamentazione del trasporto spaziale commerciale negli Stati Uniti. La FAA concede in licenza strutture di lancio nello spazio commerciale e lanci privati ​​di carichi utili spaziali su veicoli di lancio consumabili.

Le indagini su incidenti, incidenti e disastri aerei sono condotte dal National Transportation Safety Board, un’agenzia governativa indipendente.

Organizzazione della FAA

Un amministratore gestisce la FAA, assistito da un vicedirettore. Cinque amministratori associati riferiscono all’amministratore e dirigono le organizzazioni line-of-business che svolgono le funzioni principali dell’agenzia. Anche il Chief Counsel e nove Assistant Administrators riferiscono all’amministratore. Gli assistenti amministratori sovrintendono ad altri programmi chiave come le risorse umane, il budget e la sicurezza del sistema. Abbiamo anche nove regioni geografiche e due centri principali, il Mike Monroney Aeronautical Center e il William J. Hughes Technical Center.

Storia della FAA

Quella che sarebbe diventata la FAA nacque nel 1926 con l’approvazione dell’Air Commerce Act. La legge ha stabilito il quadro della moderna FAA dirigendo il Dipartimento del Commercio a livello di Gabinetto con la promozione dell’aviazione commerciale, l’emissione e l’applicazione delle regole del traffico aereo, la concessione di licenze ai piloti, la certificazione degli aeromobili, la creazione di vie aeree e il funzionamento e la manutenzione dei sistemi per aiutare i piloti a navigare nei cieli . La nuova filiale aeronautica del Dipartimento del Commercio decollò, supervisionando l’aviazione degli Stati Uniti per i successivi otto anni.

Nel 1934, l’ex filiale dell’aeronautica fu ribattezzata Bureau of Air Commerce. In uno dei suoi primi atti, il Bureau ha lavorato con un gruppo di compagnie aeree per creare i primi centri di controllo del traffico aereo della nazione a Newark, New Jersey, Cleveland, Ohio e Chicago, Illinois. Nel 1936, l’Ufficio di presidenza assunse il controllo dei tre centri, stabilendo così il concetto di controllo federale sulle operazioni di controllo del traffico aereo nei principali aeroporti.

L’attenzione si sposta sulla sicurezza

Nel 1938, dopo una serie di incidenti mortali di alto profilo, l’accento federale si spostò sulla sicurezza aerea con l’approvazione della legge sull’aeronautica civile. La legge ha creato l’Autorità per l’aeronautica civile (CAA) politicamente indipendente, con un comitato per la sicurezza aerea di tre membri. In qualità di precursore dell’attuale National Transportation Safety Board, il Consiglio per la sicurezza aerea ha iniziato a indagare sugli incidenti e a raccomandare come prevenirli.

Come misura di difesa precedente alla seconda guerra mondiale, la CAA ha assunto il controllo dei sistemi di controllo del traffico aereo in tutti gli aeroporti, comprese le torri nei piccoli aeroporti. Negli anni del dopoguerra, il governo federale si è assunto la responsabilità dei sistemi di controllo del traffico aereo nella maggior parte degli aeroporti.

Il 30 giugno 1956, un Trans World Airlines Super Constellation e un DC-7 della United Air Lines si scontrarono sul Grand Canyon uccidendo tutte le 128 persone sui due aerei. L’incidente è avvenuto in una giornata di sole senza altro traffico aereo nell’area. Il disastro, insieme al crescente uso di aerei di linea in grado di raggiungere velocità che si avvicinano a 500 miglia all’ora, ha spinto la richiesta di uno sforzo federale più unificato per garantire la sicurezza del pubblico volante.

Nascita della FAA

Il 23 agosto 1958, il presidente Dwight D.Eisenhower firmò il Federal Aviation Act, che trasferì le funzioni della vecchia autorità per l’aeronautica civile a una nuova agenzia federale per l’aviazione indipendente e regolamentare responsabile di garantire la sicurezza di tutti gli aspetti dell’aviazione non militare. Il 31 dicembre 1958, la Federal Aviation Agency iniziò le operazioni con il generale dell’aeronautica militare in pensione Elwood “Pete” Quesada che fungeva da primo amministratore.

Nel 1966, il presidente Lyndon B. Johnson, credendo che fosse necessario un unico sistema coordinato per la regolamentazione federale di tutti i modi di trasporto terrestre, marittimo e aereo, ordinò al Congresso di creare il Dipartimento dei trasporti (DOT) a livello di gabinetto. Il 1 ° aprile 1967, il DOT iniziò la piena operatività e cambiò immediatamente il nome della vecchia Federal Aviation Agency in Federal Aviation Administration (FAA). Lo stesso giorno, la funzione di indagine sugli incidenti del vecchio Consiglio per la sicurezza aerea è stata trasferita al nuovo Consiglio nazionale per la sicurezza dei trasporti (NTSB).

FAA: The Next Generationn

Nel 2007, la FAA ha lanciato il suo programma di modernizzazione Next Generation Air Transportation System (NextGen) inteso a rendere il volo più sicuro, più efficiente, più rispettoso dell’ambiente e più prevedibile, come nel caso di partenze e arrivi più puntuali.

Come quello che la FAA chiama “uno degli ambiziosi progetti infrastrutturali nella storia degli Stati Uniti”, NextGen promette di creare e implementare nuove importanti tecnologie e capacità, piuttosto che semplicemente aggiornare i vecchi sistemi di trasporto aereo. Alcuni dei miglioramenti attesi dall’aviazione NextGen includono:

  • Meno ritardi di viaggio e cancellazioni di voli
  • Riduzione del tempo di viaggio dei passeggeri
  • Capacità di volo aggiuntiva
  • Riduzione del consumo di carburante e delle emissioni di gas di scarico degli aerei
  • Riduzione dei costi operativi del vettore aereo e della FAA
  • Minor numero di infortuni dell’aviazione generale, decessi e perdite e danni agli aeromobili in aree come l’Alaska, dove la copertura radar è limitata

Secondo la FAA, il piano NextGen è circa a metà del suo programma pluriennale di progettazione e implementazione che dovrebbe durare fino al 2025 e oltre, a seconda del continuo sostegno finanziario da parte del Congresso. A partire dal 2017, l’ultimo anno riportato dalla FAA, il programma di modernizzazione NextGen ha fornito vantaggi per 4.7 miliardi di dollari ai passeggeri e alle compagnie aeree.