Foto e profili dei dinosauri Therizinosaur

I paleontologi stanno ancora cercando di concentrarsi sui terizinosauri, la famiglia di teropodi alti, panciuti, con lunghi artigli e (principalmente) erbivori del tardo Cretaceo del Nord America e dell’Asia. Nelle diapositive seguenti troverai immagini e profili dettagliati di oltre una dozzina di terizinosauri, che vanno da Alxasaurus a Therizinosaurus.

01 di 13

Alxasaurus

Wikimedia Commons

Nome e Cognome: Alxasaurus (greco per “lucertola del deserto di Alxa”); pronunciato ALK-sah-SORE-us

Habitat: Boschi dell’Asia centrale

Periodo storico: Cretaceo medio (110-100 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso: Lungo circa 12 piedi e poche centinaia di libbre

Dieta: piante

Caratteristiche distintive: Grande intestino; testa e collo stretti; grandi artigli sulle mani anteriori

Alxasaurus ha debuttato sulla scena mondiale tutto in una volta: cinque esemplari di questo terizinosauro precedentemente sconosciuto sono stati scoperti in Mongolia nel 1988 da una spedizione congiunta cinese-canadese. Questo dinosauro dall’aspetto bizzarro era uno dei primi precursori del Therizinosaurus dall’aspetto ancora più buffo, e il suo intestino gonfio mostra che era uno dei rarissimi teropodi ad aver goduto di una dieta interamente erbivora. Per quanto spaventosi come sembravano, gli artigli anteriori prominenti di Alxasaurus erano probabilmente usati per strappare e sminuzzare le piante, piuttosto che altri dinosauri.

02 di 13

Beipiaosaurus

Wikimedia Commons

Nome e Cognome: Beipiaosaurus (greco per “lucertola Beipiao”); pronunciato BAY-pee-ow-SORE-us

Habitat: Boschi dell’Asia

Periodo storico: Primo Cretaceo (125 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso: Circa sette piedi di lunghezza e 75 libbre

Dieta: piante

Caratteristiche distintive: Piume; lunghi artigli sulle mani anteriori; piedi simili a sauropodi

Il Beipiaosaurus è ancora un altro di quegli strani dinosauri della famiglia Therizinosaur: teropodi carnivori con lunghi artigli, panciuto, a due zampe (la maggior parte dei teropodi dell’era mesozoica erano carnivori devoti) che sembrano essere stati costruiti da bit e pezzi di altri tipi di dinosauri. Il Beipiaosaurus sembra essere stato leggermente più intelligente dei suoi cugini (a giudicare dal suo cranio leggermente più grande), ed è l’unico terizinosauro di cui è stato dimostrato che sfoggiava piume, anche se è altamente probabile che anche altri generi lo facessero. Il suo parente più prossimo era il Therizinosaur Falcarius leggermente più antico.

03 di 13

Enigmosaurus

Wikimedia Commons

Nome e Cognome: Enigmosaurus (greco per “lucertola puzzle”); pronunciato eh-NIHG-moe-SORE-us

Habitat: Boschi dell’Asia centrale

Periodo storico: Tardo Cretaceo (75-65 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso:

Circa 20 piedi di lunghezza e 1,000 libbre

Dieta: Probabilmente onnivoro

Caratteristiche distintive: Grandi artigli sulle mani; bacino dalla forma strana

Fedele al suo nome – greco per “lucertola puzzle” – non si sa molto di Enigmosaurus, i cui fossili sono stati scoperti nei deserti aridi della Mongolia. Questo dinosauro era originariamente classificato come una specie di Segnosaurus – un bizzarro teropode dalle grosse unghie strettamente imparentato con Therizinosaurus – poi, a un esame più attento della sua anatomia, è stato “promosso” al suo genere. Come altri terizinosauri, Enigmosaurus era caratterizzato da grandi artigli, piume e bizzarro aspetto simile a un “Big Bird”, ma molto del suo stile di vita rimane, beh, un enigma.

04 di 13

Erliansaurus

Wikimedia Commons

Nome e Cognome: Erliansaurus (greco per “lucertola di Erlian”); pronunciato UR-lee-an-SORE-us

Habitat: Pianure dell’Asia centrale

Periodo storico: Tardo Cretaceo (75-65 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso: Circa 12 piedi di lunghezza e mezza tonnellata

Dieta: piante

Caratteristiche distintive: Dimensioni moderate; braccia e collo lunghi; piume

I terizinosauri erano alcuni dei dinosauri dall’aspetto più sgraziato mai esistiti per la terra; I paleo-illustratori li hanno raffigurati come qualsiasi cosa, dai mutanti Big Birds a Snuffleupagi dalle proporzioni strane. L’importanza dell’Erliansaurus dell’Asia centrale è che è uno dei terizinosauri più “basali” finora identificati; era leggermente più piccolo del Therizinosaurus, con un collo relativamente più corto, sebbene conservasse gli artigli sovradimensionati caratteristici della razza (questi erano usati per raccogliere le foglie, un altro strano adattamento dei terizinosauri, gli unici teropodi noti per aver seguito diete erbivore).

05 di 13

Erlikosaurus

Sergey Krasovskiy

Nome e Cognome: Erlikosaurus (mongolo / greco per “lucertola re dei morti”); pronunciato UR-lick-oh-SORE-us

Habitat: Boschi dell’Asia centrale

Periodo storico: Tardo Cretaceo (80 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso: Circa 20 piedi di lunghezza e 500 libbre

Dieta: piante

Caratteristiche distintive: Taglia larga; grandi artigli sulle mani anteriori

Un tipico terizinosauro – quella razza di teropodi allampanati, con lunghi artigli e panciuto che ha a lungo sconcertato i paleontologi – il tardo Cretaceo Erlikosaurus è uno dei pochi del suo genere ad aver prodotto un cranio quasi completo, da cui gli esperti hanno è stato in grado di dedurre il suo stile di vita erbivoro. Questo teropode bipede probabilmente usava i suoi lunghi artigli anteriori come falci, falciando la vegetazione, inserendola nella sua bocca stretta e digerendola nel suo stomaco grande e disteso (poiché i dinosauri erbivori richiedevano abbondanti quantità di intestino per elaborare la materia vegetale dura).

06 di 13

falcarius

Wikimedia Commons

Nome e Cognome: Falcarius (greco per “falcetto”); pronunciato fal-cah-RYE-us

Habitat: Boschi del Nord America

Periodo storico: Primo Cretaceo (130-125 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso: Circa 13 piedi di lunghezza e 500 libbre

Dieta: piante

Caratteristiche distintive: Coda e collo lunghi; lunghi artigli sulle mani

Nel 2005, i paleontologi hanno portato alla luce un tesoro fossile nello Utah, i resti di centinaia di dinosauri di medie dimensioni precedentemente sconosciuti con collo lungo e mani lunghe e artigliate. L’analisi di queste ossa rivelò qualcosa di straordinario: Falcarius, come fu presto chiamato il genere, era un teropode, tecnicamente un terizinosauro, che si era evoluto in direzione di uno stile di vita vegetariano. Ad oggi, Falcarius è solo il secondo Therizinosaur ad essere scoperto in Nord America, il primo è il Nothronychus leggermente più grande.

Dati i suoi vasti resti fossili, Falcarius ha molto da dirci sull’evoluzione dei teropodi in generale e dei terizinosauri in particolare. I paleontologi l’hanno interpretata come una specie di transizione tra i teropodi a vaniglia del tardo Giurassico del Nord America e i bizzarri terizinosauri piumati che popolavano il Nord America e l’Eurasia decine di milioni di anni dopo – in particolare il gigante, dalle lunghe unghie, Therizinosaurus dal ventre che abitava i boschi dell’Asia circa 80 milioni di anni fa.

07 di 13

Jianchangosaurus

Wikimedia Commons

Nome e Cognome: Jianchangosaurus (greco per “lucertola Jianchang”); pronunciato jee-ON-chang-oh-SORE-us

Habitat: Boschi dell’Asia

Periodo storico: Primo Cretaceo (125 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso: Circa 6-7 piedi di lunghezza e 150-200 libbre

Dieta: Sconosciuto; forse onnivoro

Caratteristiche distintive: Taglia piccola; postura bipede; piume

Durante le prime fasi della loro evoluzione, gli strani dinosauri noti come terizinosauri erano praticamente indistinguibili dal serraglio di piccoli “dino-uccelli” piumati che vagavano per il Nord America e l’Eurasia durante il primo periodo del Cretaceo. Il Jianchangosaurus è insolito in quanto è rappresentato da un singolo esemplare fossile, squisitamente conservato e quasi completo di un subadulto, che tradisce la somiglianza di questo teropode vegetale al suo compagno asiatico Beipiaosaurus (che era leggermente più avanzato) e del Nord American Falcarius (che era leggermente più primitivo).

08 di 13

Martharaptor

Wikimedia Commons

Tutto quello che sappiamo per certo su Martharaptor, che prende il nome da Martha Hayden dello Utah Geological Survey, è che era un teropode; i fossili sparsi sono troppo incompleti per consentire un’identificazione più conclusiva, anche se le prove indicano che si tratta di un terizinosauro. Guarda un profilo approfondito di Martharaptor

09 di 13

Nanshiungosaurus

Wikimedia Commons

Nome e Cognome: Nanshiungosaurus (greco per “lucertola Nanshiung”); pronunciato nan-SHUNG-oh-SORE-us

Habitat: Boschi dell’Asia

Periodo storico: Primo Cretaceo (125 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso: Circa 20 piedi di lunghezza e 500-1,000 libbre

Dieta: Probabilmente onnivoro

Caratteristiche distintive: Artigli lunghi; muso stretto; postura bipede

Poiché è rappresentato da resti fossili limitati, non si sa molto del Nanshiungosaurus oltre al fatto che era un terizinosauro abbastanza grande – la famiglia di teropodi bizzarri, bipedi e dalle lunghe unghie che potrebbero aver perseguito una dieta onnivora (o anche strettamente erbivora) . Se finirà per meritare il proprio genere, il Nanshiungosaurus si rivelerà uno dei più grandi terizinosauri mai scoperti, alla pari del genere Therizinosaurus, che ha dato il nome a questo gruppo di dinosauri poco conosciuto in primo luogo.

10 di 13

Neimongosaurus

Wikimedia Commons

Nome e Cognome: Neimongosaurus (mongolo / greco per “lucertola della Mongolia interna”); pronunciato nigh-MONG-oh-SORE-us

Habitat: Boschi dell’Asia centrale

Periodo storico: Medio Cretaceo (90 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso: Circa sette piedi di lunghezza e 100 libbre

Dieta: piante

Caratteristiche distintive: Collo lungo; lunghi artigli sulle mani anteriori

Per molti aspetti, il Neimongosaurus era un tipico terizinosauro, se questi bizzarri teropodi panciuti possono essere descritti come “tipici”. Questo dinosauro presumibilmente piumato aveva il grande ventre, la testa piccola, denti increspati e artigli anteriori sovradimensionati comuni alla maggior parte dei terizinosauri, una raccolta di tratti che indica una dieta erbivora, o almeno onnivora (gli artigli erano probabilmente usati per strappare e triturare la materia vegetale piuttosto che i dinosauri più piccoli). Come con gli altri della sua razza, il Neimongosaurus era strettamente imparentato con il Therizinosauro più famoso di tutti, l’omonimo Therizinosaurus.

11 di 13

Nothronychus

Getty Images

Nome e Cognome: Nothronychus (greco per “artiglio di bradipo”); pronunciato no-throw-NIKE-us

Habitat: Nord America meridionale

Periodo storico: Medio-tardo Cretaceo (90 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso: Circa 15 piedi di lunghezza e 1 tonnellata

Dieta: piante

Caratteristiche distintive: Braccia lunghe con artigli lunghi e ricurvi; forse piume

A dimostrazione del fatto che le sorprese possono riservare anche ai più esperti cacciatori di dinosauri, il tipo fossile di Nothronychus è stato scoperto nel 2001 nel bacino di Zuni al confine tra New Mexico e Arizona. Ciò che ha reso questa scoperta particolarmente significativa è che Nothronychus è stato il primo dinosauro del suo genere, un terizinosauro, ad essere scavato al di fuori dell’Asia, il che ha spinto alcuni rapidi pensieri da parte dei paleontologi. Nel 2009, un esemplare ancora più grande – a cui è stata assegnata una propria specie sotto l’ombrello Nothronychus – è stato portato alla luce nello Utah, e in seguito è arrivata la scoperta di un altro genere di therizinosaur, Falcarius.

Come con altri terizinosauri, i paleontologi ipotizzano che Nothronychus usasse i suoi artigli lunghi e ricurvi molto simili a un bradipo, per arrampicarsi sugli alberi e raccogliere vegetazione (sebbene siano tecnicamente classificati come teropodi, i terizinosauri sembrano essere stati rigorosi mangiatori di piante, o al diete onnivore molto meno perseguite). Tuttavia, ulteriori informazioni su questo oscuro dinosauro panciuto – come se sfoggiasse piume primitive – dovranno attendere future scoperte fossili.

12 di 13

Segnosaurus

Wikimedia Commons

Nome e Cognome: Segnosaurus (greco per “lucertola lenta”); pronunciato SEG-no-SORE-us

Habitat: Boschi dell’Asia centrale

Periodo storico: Medio Cretaceo (90 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso: Circa 15-20 piedi di lunghezza e 1,000 libbre

Dieta: Probabilmente onnivoro

Caratteristiche distintive: Tronco tozzo; braccia muscolose con mani a tre dita

Il segnosauro, le cui ossa sparse sono state scoperte in Mongolia nel 1979, si è dimostrato un dinosauro sfuggente da classificare. La maggior parte dei paleontologi raggruppa questa specie con Therizinosaurus come un terizinosauro (nessuna sorpresa qui), in base ai suoi lunghi artigli e alle ossa pubiche rivolte all’indietro. Non è nemmeno certo cosa mangiasse Segnosaurus; ultimamente, è stato di moda ritrarre questo dinosauro come una specie di formichiere preistorico, che fa a pezzi i nidi di insetti con i suoi lunghi artigli, sebbene possa anche aver divorato pesci o piccoli rettili.

Una terza possibilità per la dieta Segnosauriana – le piante – stravolgerebbe le idee consolidate sulla classificazione dei dinosauri. Se il Segnosauro e altri terizinosauri fossero in realtà erbivori – e ci sono alcune prove di questo effetto basate sulla struttura della mascella e dell’anca di questi dinosauri – sarebbero i primi teropodi del loro genere, il che solleverebbe molte più domande di quante ne abbia risposto!

13 di 13

Suzhousaurus

Wikimedia Commons

Nome e Cognome: Suzhousaurus (greco per “lucertola di Suzhou”); pronunciato SOO-zhoo-SORE-us

Habitat: Boschi dell’Asia

Periodo storico: Primo Cretaceo (125 milioni di anni fa)

Dimensioni e peso: Circa 20 piedi di lunghezza e 500 libbre

Dieta: Probabilmente onnivoro

Caratteristiche distintive: Postura bipede; lunghi artigli sulle mani

Suzhousaurus è l’ultimo di una serie continua di scoperte di terizinosauri in Asia (caratterizzati da Therizinosaurus, questi bizzarri dinosauri erano caratterizzati dalle loro dita lunghe e artigliate, posizioni bipedi, pancia pot e dall’aspetto generale simile a un grande uccello, comprese le piume). Insieme al Nanshiungosaurus di dimensioni simili, Suzhousaurus è stato uno dei primi membri di questa strana razza, e ci sono alcune prove allettanti che potrebbe essere stato un erbivoro esclusivo (sebbene sia anche possibile che perseguisse una dieta onnivora, a differenza della maggior parte dei suoi compagni, teropodi rigorosamente carnivori).